Spread the love

Roma 2022; itinerari per questa estate che non finisce mai

di Leonardo Parisi

Stiamo godendo di un caldo “anomalo” certo, che ci preoccupa per le conseguenze possibili e che è un inequivocabile indicatore del forte cambio del clima. Ma allo stesso tempo, per adesso, e in questo lungo ponte tra ottobre e novembre, regala un sospiro di sollievo sia alle persone, dopo il lungo periodo di chiusura a causa della pandemia, sia all’economia.

A Roma infatti si registrano milioni di presenza e i turisti come sempre gradiscono la città capitolina. Il clima, diremo primaverile, aiuta in questa circostanza, non flettendo le temperature per cedere il passo al freddo in questo autunno inoltrato. Suggeriamo allora, per questi giorni, anche per un turismo mordi e fuggi, alcuni luoghi da non mancare assolutamente per visita alla città eterna.

Sicuramente va visto l’Anfiteatro Flavio, comunemente conosciuto come Colosseo una cui tesi indica che prese il nome dalla statua in bronzo dorato, chiamata “Colosso di Nerone” e raffigurante l’imperatore nelle sembianze di un Dio. Per altri invece il nome deriva dalla vicinanza del Colosso Neroniano, o semplicemente dalle proporzioni “colossali” dello stadio.

Altra visita da fare sicuramente sono i Fori Imperiali e al Campidoglio da cui godere una magnifica vista che spiega come Roma sia l’eterna città. Proseguendo nel percorso non si può non andare a Piazza Venezia per vedere ciò che i romani chiamano la “macchina” da scrivere in riferimento all’Altare della Patria e l’antistante quattrocentesco Palazzo Venezia.

Restando in tema di Piazze vanno viste sicuramente Piazza di Spagna dove si trova la bellissima scalinata del complesso di Trinità dei Monti. Tra le Piazze da vedere anche Piazza di Pietra, che sfocia a Piazza della Rotonda in cui si trova il Pantheon con la sua gigantesca cupola, costruita oltre 2.000 anni fa ed ancora integra.

Una capatina doverosa è anche da fare a Fontana di Trevi dove ancora oggi si consuma il rito di gettare la monetina per portafortuna e per tornare a Roma.


Se si vuole invece visitare la Roma “politica” si deve andare a Palazzo di Montecitorio e Palazzo Chigi, rispettivamente sedi della Camera dei Deputati e sede del Primo Ministro italiano. Stando da quelle parti anche la “moderna” galleria Sordi merita una capatina.

Ma Roma è tutta bella e ci sono infiniti angolini da scoprire, questo è solo un piccolissimo saggio di quelli principali. E ad esempio sul lungotevere Castel Santangelo è tra i monumento che svettano. Così come Piazza San Pietro e Via della Conciliazione. Se poi dopo tutto questo girovagare sarete stanchi, noi non vogliamo suggerire dove sostare per un caffè. Al centro c’è davvero l’imbarazzo della scelta.