Spread the love

E’ stato presentato a Roma in una gremita sala meeting dell’Hotel Villa Roma “Una Piccola follia” di Cristiano De Scisciolo. E’ questo il secondo giallo dell’autore pubblicato con CSA Editrice.


Il primo giallo di Cristiano De SciscioloTracce nella Sabbia” è stato pubblicato e presentato per la prima volta al pubblico, due anni fa nel 2021.

Alla presenza dell’autore Cristiano De Scisciolo, a moderare l’incontro sabato 21 ottobre 2023 la giornalista Ester Campese, mentre domenica 22 ottobre è stata la volta della nota presentatrice Anna Nori.

Facciamo un veloce recap della storia del protagonista di entrambi i gialli rappresentato dal Commissario Claudio Maselli.  In “Tracce nella sabbia” il commissario si trova in vacanza ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi. Alloggia in un albergo di lusso per caso, per un errore fatto in fase di prenotazione da parte del tour operator. In quell’albergo viene ucciso un italiano. L’ambasciata italiana in maniera non ufficiale gli dà l’incarico di indagare discretamente affiancando la polizia locale. Alla fine, dopo diversi colpi di scena, risolvono il caso.

In questo primo giallo si intreccia anche una storia amorosa. Maselli infatti durante la sua permanenza negli Emirati Arabi conosce Jasmine, una ragazza che lavora proprio nell’albergo dove alloggia. Tra loro scatta qualcosa ma non succede nulla. Entrambi, una volta risolto il caso, sanno che lui deve partire ed è probabile che tra loro, anche data la distanza, non sia possibile alcuno sviluppo futuro.

Il primo giallo finisce dunque così, quando Maselli e Jasmine si salutano in aeroporto e lui sta per partire. Ma inaspettatamente viene chiamato all’altoparlante e invitato a raggiungere l’ufficio della polizia. Maselli chiede al sergente della polizia che lo ha fatto chiamare il perché. Il sergente gli risponde che se gli faceva quella domanda significava che non sapeva cosa fosse successo. Su questa scena finisce “Tracce nella Sabbia”.

Il secondo giallo “Una Piccola follia” riprende la storia proprio dalla scena dell’aeroporto quando Maselli viene chiamato. Maselli in effetti non sa cosa sia successo. Il sergente allora glielo spiega. Sono sparite due giovani ragazze italiane che erano in vacanza ad Abu Dhabi. Come spesso si fa in questi casi, distando tra loro circa 100 km, le due giovani avevano fatto una gita di un giorno a Dubai.

Dopo aver visto la moschea, aver fatto una visita al centro commerciale con relativo shopping, le due giovani spariscono. All’inizio si pensa che si siano allontanate spontaneamente. Sia la polizia che l’ambasciata però, con il passare del tempo, non possono ignorare il fatto ed iniziano ad indagare e ricercarle. Ancora una volta viene dunque chiesto al Commissario Claudio Maselli di affiancare discretamente l’ambasciata e la polizia.

Da qui si snoda il giallo “Una Piccola follia”, ricco di suspense e tanti colpi di scena.

Lasciamo al lettore, come si fa per tutti gli appassionati giallisti, il gusto della scoperta ma di seguito sveliamo alcune curiosità e caratteristiche del Commissario Maselli che troverete tracciate nei due gialli.

Claudio Maselli è un appassionato di cucina libanese che apprezza e gusta. Come omaggio ad Agatha Christie è fissato nel mettere gli oggetti sempre in ordine toccandoli appena. Maselli inoltre è un grande appassionato di parole crociate…

Il testo, come dicevamo pubblicato da CSA Editore, già parte con le migliori premesse. E’ stato infatti già presentato proprio in questi giorni alla fiera Libro di Francoforte. Sarà presentato a novembre anche alla Fiera del libro di Dubai con la presenza dell’autore Cristiano De Scisciolo. A Dicembre inoltre sarà presentato a Roma alla Fiera “Più Libri Più Liberi” e a maggio al Salone del Libro di Torino.

Piccole curiosità sull’autore Cristiano De Scisciolo. Conferma che per lui è stato importante scrivere il secondo romanzo giallo un genere che ama non solo scrivere ma anche leggere. Fonte di ispirazione per lui i grandi del genere giallo quali Agatha Christie, Georges Simenon, Andrea Camilleri e altri ancora.

Non è un caso che l’autore per entrambi i due gialli abbia scelto di ambientarli negli emirati. E’ questo un pese che ha più volte visitato e che ama oltre a conoscerlo molto bene.