Spread the love

Nata il 7 giugno a Genova, una città impregnata di storia e di musica, Barbara Luna è una cantante che porta nel suo DNA l’anima vibrante delle sette note. Crescendo tra le mille salite e gli arditi vicoli della Superba, ha coltivato fin da bambina una passione viscerale per la musica, una passione che ha plasmato la sua vita e la sua carriera artistica.

Fin dai suoi primi passi nel mondo della musica, Barbara ha dimostrato una dedizione e una passione senza pari. Attratta dal glam rock dei Guns N’ Roses e degli Aerosmith, e affascinata dalla voce suadente di Dolores O’ Riordan dei Cranberries, ha abbracciato una vasta gamma di influenze musicali che si riflettono nella sua arte.

Il suo debutto discografico arriva nel 2007 con il singolo “Onde d’immagini”, una canzone che rivela già la profondità e l’intensità della sua espressione artistica. L’anno successivo, partecipa alle selezioni di Sanremo Giovani con il brano “Portami con te”, confermando il suo talento e la sua versatilità.

Negli anni successivi, Barbara ha continuato a costruire la sua carriera con una serie di singoli e collaborazioni che hanno catturato l’attenzione del pubblico e della critica. La sua musica è un viaggio emotivo, un’esperienza che va dritta al cuore e che porta con sé un messaggio di rinascita e di speranza.

Dopo un periodo di pausa dovuto alla malattia del padre, Barbara fa il suo ritorno sulla scena musicale con una nuova maturità e consapevolezza. I suoi ultimi singoli, frutto della collaborazione con talentuosi autori, raccontano storie di vita vissuta, di amore e di resilienza.

La musica per Barbara non è solo un’arte, ma una medicina per l’anima. È un modo per affrontare i momenti bui e trovare la forza di andare avanti. In questo spirito di condivisione e di apertura, ha incontrato il rapper bolognese Thomas Cerè durante il talent show “The Coach”, dando vita a una collaborazione artistica che promette scintille.

Il suo ultimo singolo, “A me ricordi il tempo”, è un viaggio attraverso i ricordi e le emozioni, un’ode alla nostalgia che parla direttamente al cuore di chiunque l’ascolti.

Com’è nata la tua passione per la musica e quali sono gli artisti che hanno maggiormente influenzato il tuo percorso artistico?
La passione è nata molti anni fa, sin da bambina, gli artisti che mi hanno maggiormente influenzato, e che purtroppo attualmente non riesco a seguire e a “copiare”, sono queen guns e aerosmith.

Quando hai iniziato a sentire la necessità di raccontare la tua vita in musica?
Da sempre, ma non ho mai fino all’anno scorso, trovato chi mi aiutasse a farlo.

Qual è il tuo primo ricordo legato alla musica?
Forse quando ero piccola che avevo un gruppetto rock, e il mio primo live è stato con loro!

Parliamo del tuo nuovo singolo. Quali sono i temi trattati e cosa ti ha spinto a scegliere questo titolo?
Il tema è il rapporto con mia mamma, ho voluto raccontare qualcosa di vero.
Il titolo lo ha deciso l’autore che scrive i brani con me,

Come artista, quanto è importante la ricerca e la sperimentazione di nuove sonorità?
Secondo me è molto importante perché da quello si decide quanto il brano è bello!

Qual è l’insegnamento più importante che hai appreso fino adesso dalla musica?
Mai fidarsi!!!

Qualche novità che vuoi condividere, in anteprima, con i nostri lettori?
Sto lavorando a tantissimi brani nuovi, ma ora mi sono fermata un attimo con le uscite, quindi farò un piccolo stop, e poi riprenderò con i brani a cui sto lavorando!

Di seneci