Spread the love

La bellezza dei designer by Fashion Vibes “Tutto il mondo è un palcoscenico” William Shakespeare

La Settimana della Moda Donna 2023, che ha invaso Milano per presentare le collezioni SS 2024, si è appena conclusa portando in passerella un’eleganza minimale e concreta fatta di capi portabili e strutturati, dove a farsi notare è soprattutto la cura e la maestria sartoriale. Le sfilate dei designer di Fashion Vibes, arrivati da tutto il mondo,  hanno infatti messo in evidenza il desiderio di indicare alle donne una nuova eleganza fatta per durare nel tempo, moda concreta ma non banale.

In ogni collezione tagli e dettagli hanno fatto la differenza nel creare uno stile personale dei  designer, ecco i designer delle 2 giornate di sfilate:

1a GIORNATA DI SFILATE –  21 settembre

SMYR MADINA mette in scena un equilibrio delicato e in continua evoluzione che collega presente e futuro, creatività e tecnica, linguaggio e scienza, realtà fisica e virtuale,  dando vita a un’esperienza immersiva e travolgente, capace di ridefinire l’ idea di sentire, interpretare, rappresentare stili diversi combinati con maestria in un’armonia di tessuti ed eleganza della  giovane designer Madina Smyr che si è già ritagliata la sua nicchia nel mondo della moda con il proprio marchio. Vincendo la Young Designers Competition con la sua prima collezione ha fatto colpo in molte sfilate ed eventi di moda internazionali.

 

Dalla Thailandia KEZIAH è un marchio di abbigliamento nato dall’immaginazione e dall’allegria di due ragazzini cresciuti nella provincia di Trang, in Thailandia, pieni di passione e amore per l’arte. Wajana (Hero) Chumpuang, 11 anni, e Kaziah (Winny) Chumpuang, 10 anni, per proposte giocose, mai banali, per un nuovo tipo di modernità che attraverso la sperimentazione  risponde in modo chiaro che l’ordinario è straordinario, aggiungendo elementi che fanno sognare prendendo ispirazione dai dipinti e trasportando le immagini su tessuto, dando vita ad abiti dalla spiccata identità.

G-StarsKids dall’Ucraina, sostenibilità e riciclo sono il leitmotiv della designer Ekaterina  Rozhdestvenskaya, che promuove un approccio responsabile verso le risorse naturali. Infatti per la collezione FREEDOM, è stato fatto un ampio uso di materiali riciclati, tra cui ritagli di tessuto di scarto adattati alla produzione di nuovi capi, scorte di tessuti ormai obsolete e modelli di jeans invenduti. Ogni singolo articolo è stato progettato con cura e realizzato a mano utilizzando denim riciclato al 100%, risultando così un pezzo unico nel suo genere, il che rappresenta un valore aggiunto molto apprezzato.

Da Parigi NAZ MAER porta in passerella “la luce delle stelle”, un mood misterioso, essenziale,  magico, tanto che, nel ritmo  dei  gesti delle modelle che sfilano non sembra solo uno spettacolo di artigianato, ma un rituale che Naz Maer  restituisce alla Moda dando un’immagine di valore e  una prospettiva del mondo femminile, del nostro presente. Lo stilista, di casa a Parigi, ha presentato STARLIGHT, dove ogni abito, come nella migliore tradizione del marchio Naz Maer, è ricamato a mano e costituisce un’opera d’arte a sé stante, unica, diversa da ogni altra, come ogni donna.

Africa, Europa e Medio Oriente, il mondo di HAIFA G. che condurrà gli spettatori in uno straordinario viaggio attraverso tre continenti, immergendoli nel vivace mondo della designer Haifa Ghodhbane. La collezione Primavera Estate 2024 “Fusion”, è una reinterpretazione etnica in chiave moderna, dell’energia vitale dell’Africa attraverso le caratteristiche tonalità vive, spudorate e audaci, insieme a motivi leopardati. Sui capi sono indossati monili realizzati da talentuosi artigiani africani e indiani.

UNBLEMISHED BY CHERICE “La fiammeggiante bellezza delle donne” tema della collezione SS 2024 della designer Tela Morris influenzata dalla moda vintage dagli anni Quaranta agli anni Settanta espressi in uno stile e un design più moderni, una collezione che attesta in modo brillante l’elevata strategia del brand, che si presentano sul mercato rimarcando l’ Heritage della Maison.

Alla Settimana della Moda a Milano è stato presentato un osservatorio by Fashion Vibes sulle evoluzioni del mercato, un momento di incontro e ispirazione, un viaggio multisensoriale. Un laboratorio in cui si immagina il futuro in un  appuntamento immancabile per professionisti ed esperti da tutto il mondo, che ha visto protagonisti nomi di punta del settore, media prestigiosi e promettenti giovani realtà arrivate da tutto il mondo, allargando lo sguardo anche sulle ultime novità in fatto di moda, sostenibilità e riciclo.

2a GIORNATE DI SFILATE –  22 settembre

NAALA MAR, parole chiave del brand: lusso, eleganza, esclusività. La collezione SS 2024 presentata  è un elegante ensemble di abiti da sera la cui palette cromatica prevede fondi neri e luminosissimi inserti dai toni metallici, in argento. I volumi mettono in risalto la sinuosità dei corpi femminili che la designer ha portato in passerella, creando un vero sogno abitato da ammalianti sirene della notte, vestite di un fascino oscuro, in abiti dalle texture particolari che alternano tessuti morbidi a cascate di paillettes scintillanti in grado di catturare la luce come splendide creature misteriose nel profondo degli abissi.

Dall’Australia la collezione ROVEL, brand australiano del designer e fondatore Rovel Hagos, mostra il grande talento del designer di moda, scegliendo il filo della memoria per raccontare una identità proteiforme della femminilità. La collezione SS 2024 è il risultato della ricerca di un’eleganza monocromatica, caratterizzata da una squisita miscela dei toni del nero, bianco e grigio, un’accattivante esperienza di moda visivamente potente e intellettualmente stimolante, creando uno squilibrio intenzionale ma armonico assicurando fascino e modernità alla collezione.

Dallo Sri Lanka a Milano, la proposta di un lusso eco-friendly e sostenibile del marchio batik di lusso LA PARD, nato nell’isola tropicale dello Sri Lanka, da un’idea della fashion designer e fondatrice del brand, Dinushi Pamunuwa. La collezione SS 2024 si ispira al paese d’origine della stilista, lo Sri Lanka, e alla sua città natale, la cittadina collinare e nebbiosa di Kandy. L’uso di diverse stampe batik rappresenta la storia del viaggio della fashion designer, da Kandy a Colombo, capitale e cuore commerciale del paese, concentrandosi sulla vita selvaggia, la flora e la fauna e altre attrazioni dell’incantevole isola di Sri Lanka.

Dal Messico. Una esplosione di colore e nella scelta di dettagli che sembrano un viaggio onirico, quasi magico, nella gioia di vivere e storia della collezione del Brand messicano Indira & Isidro, accessori artigianali del duo composto da Indira López, originaria della Baja California Sur e Isidro Sánchez Icaza, di Città del Messico, che hanno presentato le collezioni “Hummingbird Dreams”, “Mexico is silver and we wear it on our skin” e “The Spirit of the Sea”, Spring/Summer 2024, con accessori e gioielli realizzati utilizzando elementi naturali come ossa, conchiglie, corna di cervo e pelle, oltre a pietre preziose di tutti i colori e metalli come bronzo, rame, ottone, oro e argento.

LIVERTA by MARIA PIA CORNEJO, dal Cile a Milano, la famosa designer cilena, affiancata dalle designer Beatriz Torres e Sofia Hodges, presenta la capsule collection “Liverta” costituita da 14 abiti da donna, realizzata con materiali forniti dagli artigiani della Regione del Maule  e da texture sperimentali. L’idea di “Libertà” enfatizza la responsabilità di ognuno verso sé stessi, gli altri e l’ambiente dando grande importanza alla sostenibilità, e al riciclo dei capi per crearne di nuovi  evitando lo spreco.

Da Hong Kong a Milano SPARKLE by KAREN CHAN. “Nessuna regola, nessun confine” la filosofia di SPARKLE è che “La bellezza non conosce confini”. Una linea dove L’Oriente incontra l’Occidente per un mix di estetica orientale e occidentale, trasformando i tradizionali cheongsam e tangzhuang in una couture colorata e individualistica che unisce l’Oriente all’Occidente con un tocco giocoso, retrò e funky. Ogni capo della sfilata di SPARKLE si muove con andamento ritmico, lento, una collezione che non segue la stagionalità della moda per ottenere capi unici con la prospettiva del tempo che non passa mai, come opere d’arte in movimento, un dipinto gioioso e colorato da indossare per raccontare una storia sul passato e sulla cultura di Hong Kong.

Presente in show room nei 2 giorni:

Da Jeddah a Milano: Urbe Optics è un provider leader di occhiali da sole con sede a Jeffah che presenta un progetto creativo, nato nel 2017, che va dall’ideazione alla produzione finale, che sta riportando un grande successo di pubblico e di comunicazione, infatti l’Azienda ha partecipato a molti eventi e pop-up nel Regno come Jeddah Season, Qumrah, Niqwah e Riyadah Season.

Le collezioni di occhiali URBE OPTIC  seguono una linea minimal ed estrosa e la produzione è curata in ogni dettaglio per raggiungere  il gradimento delle generazioni di oggi seguendo sempre la qualità più alta.

Un ringraziamento va ai media Partner che hanno supportato l’evento nell’edizione 2023.